Man Booker Prize: Lincoln nel bardo vince l’edizione 2017

È stato assegnato ieri il Man Booker Prize 2017, per chi non lo sapesse il più importante premio letterario britannico che viene assegnato al miglior romanzo pubblicato nell’anno in corso in lingua inglese. Si giunge all’assegnazione dopo il passaggio attraverso una prima longlist di papabili che viene poi accorciata a soli sei titoli, tra i quali i giurati selezioneranno poi l’opera vincitrice.
Quest’anno erano entrati a far parte della shortlist Exit West di Mohsin Hamid, 4321 di Paul Auster, History of wolves di Emily Fridlund, Autumn di Ali Smith, Elmet di Fiona Mozley e Lincoln in the bardo di George Saunders. Ed è stato proprio quest’ultimo titolo a spuntarla.

Man Booker Prize Winner Announcement - Photocall

Lincoln nel bardo rappresenta il primo romanzo di George Saunders, autore statunitense già celebre per i suoi racconti. È il secondo autore d’oltreoceano a vincere il premio e a essere stata premiata è stata soprattutto l’originalità della sua opera. Ecco il commento della presidente della giuria, Lola Young:
‘The form and style of this utterly original novel, reveals a witty, intelligent, and deeply moving narrative. This tale of the haunting and haunted souls in the afterlife of Abraham Lincoln’s young son paradoxically creates a vivid and lively evocation of the characters that populate this other world. Lincoln in the bardo is both rooted in, and plays with history, and explores the meaning and experience of empathy.’

In Italia il romanzo è stato pubblicato da Feltrinelli con il titolo Lincoln nel Bardo.

lincolnFebbraio 1862, la Guerra civile è iniziata da un anno, e il presidente degli Stati Uniti, Abraham Lincoln, è alle prese con ciò che sta assumendo tutti i contorni di una catastrofe. Nel frattempo Willie, il figlio prediletto di undici anni, si ammala gravemente e muore. Verrà sepolto a Washington, nel cimitero di Georgetown. A partire da questa scheggia di verità storica – i giornali dell’epoca raccontano che Lincoln si recò nella cripta e aprì la bara per abbracciare il figlio morto – Saunders mette in scena un inedito Aldilà romanzesco popolato di anime in stallo. Il Bardo del titolo, un riferimento al “Libro tibetano dei morti”, allude al momento di passaggio in cui la coscienza è sospesa tra la morte e la prossima vita. È questo il limbo in cui si aggirano moltitudini di creature ancora troppo attaccate all’esistenza precedente, come Willie, che non riesce a separarsi dal padre, e il padre, che non riesce a separarsi dal figlio. Accompagnati da tre improbabili guide di ascendenza dantesca, assisteremo allo sconvolgimento prodotto nel mondo di queste anime perse dall’arrivo di Willie Lincoln, che è morto e non lo sa, e di suo padre, il presidente, che è come morto ma deve vivere per il bene del proprio paese. Sentiremo le voci – petulanti, nostalgiche, stizzose, accorate – degli spiriti e il controcanto della storia. Leggeremo nei pensieri di Lincoln e nella mente di suo figlio, uniti da un amore che trascende il dolore e il distacco fisico. Il romanzo si svolge in una sola notte, eppure abbraccia le epoche e arriva fino a noi, spaziando in un territorio dove tutto è possibile, dove la logica convive con l’assurdo, le vicende vere con quelle inventate, dove tragedia e farsa non sono due categorie distinte e separate ma un’unica realtà indifferenziata e contraddittoria, che proprio per questo appare spaventosa e viene negata. Come si può vivere, amare e compiere grandi imprese, sapendo che tutto finisce nel nulla? Probabilmente la risposta non esiste, ma Saunders affronta questo nucleo emotivo con tutta l’onestà e la partecipazione che può metterci uno scrittore alle prese con interrogativi così enormi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.